Outlander — Guida Illustrata di Sopravvivenza per Uomini

Traduzione da johnpatrickweiss.com

Signori, siamo di fronte ad un avversario temibilissimo. Il suo nome è Diana Gabaldon, autrice dei romanzi best-seller Outlander. Si, lo so. Nemmeno io avevo mai sentito parlare né della Gabaldon, né di Outlander. Fino a che i romanzi hanno dato vita alla ormai famosissima serie tv “Outlander”. Vedete, quello è stato il momento esatto in cui mia moglie è diventata la fan ossessionata che è ora. Ma aspettate, sto precorrendo i tempi.

Innanzitutto, perché la Gabaldon è un avversario straordinario? Beh, possiede tre lauree in campo scientifico: Biologia Marina, Zoologia e un Dottorato di Ricerca in Ecologia Comportamentale. Inoltre, possiede una laurea ad honorem come Dottoressa in Scienze Umanistiche. Secondo il suo sito internet, ha trascorso circa dodici anni in qualità di professoressa universitaria con un’esperienza nel calcolo scientifico prima di scrivere romanzi. Impressionante, senza dubbio. Ma ciò che la rende particolarmente formidabile è il modo in cui intreccia romanzi storici, d’amore e di scienza in un nuovo “narcotico” per la folla tutta al femminile. Le sensazioni che scaturiscono dal libro e dalla serie tv omonima stanno rapendo i cuori e le menti di migliaia di donne. Scommetto che c’è anche un numero discreto di uomini che son caduti nell’incantesimo di “Outlander”… ma c’è poco che possiamo fare ormai per salvare questi apostati.

Quando uscirono le prime indiscrezioni sulla serie tv, trovai mia moglie intenta a chattare concitatamente sul suo iPhone e a postare su Facebook. Quando le chiesi chi fosse questa Diana Gabaldon, con un gesto annoiato mi indicò una lunga pila di spessi libri posti sulla mensola più alta della nostra libreria. Avevo sempre pensato che fossero vecchi libri di testo…

Mi sarei dovuto accorgere di quel che stava accadendo al momento della messa in onda della prima puntata. Dopo tutto, anni fa mia moglie mi confidò che l’unico uomo per cui mi avrebbe mai lasciato era nient’altro che Sean Connery. Punti forti erano la sua mascolinità, il suo accento scozzese e il kilt. Ho sempre gioito per il fatto che Sean Connery fosse tanto più vecchio di me. Sfortunatamente, ora c’è un nuovo maschione più giovane e pure scozzese. Lui è l’attore Sam Heughan, che interpreta il ruolo di Jamie Alexander Malcolm MacKenzie Fraser (il principe azzurro e l’amato dell’eroina, Claire Elizabeth Beauchamp Randall Fraser). Ho già detto che Claire è un’infermiera? Anche mia moglie.

Col senno di poi, l’ossessione di mia moglie per la serie tv era piuttosto prevedibile. Credo che noi uomini siamo portati a ignorare le cose finché non è troppo tardi.

Naturalmente, per studiare il nemico, ho guardato alcuni episodi assieme a mia moglie. Ho provato a esprimere alcuni commenti negativi, ma sono stato immediatamente zittito. Di sicuro, l’attrice che interpreta Claire (Caitriona Balfe) è molto attraente e talentuosa. Ma comunque non permetterò che tali distrazioni rovinino la mia campagna contro questo dirottamento emotivo e romantico di mia moglie. Nemmeno voi dovreste, signori. Vi suggerisco questi brevi consigli di sopravvivenza contro il successo “Outlanderiano” di Diana Gabaldon, prima che si diffonda ulteriormente nei cuori e negli animi delle donne di tutto il mondo!

 

Regola #1 – DISTRAILA

msg-1
“Ehi amore, guarda, la mia testa va a fuoco”

 

Regola #2 – SE NON PUOI BATTERLI, UNISCITI A LORO

msg-2
“Heilà, mia bella ragazza! Ti piace il mio kilt, tesoro?”

 

Regola #3 – SPARA BUGIE MEGAGALATTICHE SU JAMIE

msg-3
“Hai sentito che Sam Heughan ha lasciato il cast e hanno intenzione di sostituirlo con Carrot Top?”

Regola #4 – NON PAGARE LA BOLLETTA DELLA TV VIA CAVO

msg-4

 

Regola #5 – MINACCIALA DI DIVORZIO

msg-5
“Quest’ossessione per Outlander è fuori controllo! Ho fatto la valigia! Smettlia o me ne vado”
“Tesoro, ne parliamo dopo per favore? Jamie si sta spogliando!”

 

Signori, come ho detto prima, ci troviamo di fronte ad un nemico formidabile. Se i consigli di cui sopra non aiutano, forse dovreste gettare la spugna e arrendervi. Guardate il programma con le vostri mogli, e in silenzio (non vogliono sentirvi parlare quando Jamie si sta per togliere il kilt). Lavate i piatti, pulite la casa, preparate la cena. Fate qualsiasi piccola gentilezza vi venga in mente. In questo modo, quando lei uscirà dal suo torpore per “Outlander”, forse continuerà a sopportarvi. Forse.

Ancora alcune considerazioni. Mentre sto scrivendo, la mia adorata moglie ha comperato una nuova cover per iPhone. Non me lo sto inventando.

cover

In ogni calendario della casa c’è un segno ben preciso sul mese di Aprile 2015, giusto per ricordare che da lì in poi inizierà di nuovo la serie tv. Ho già preparato la scorta di alcool per aiutarmi ad affrontare tutto questo.

Mia moglie sta anche organizzando un viaggio in Scozia per il prossimo anno con altri suoi amici-fan-colleghi di Outlander. Hanno intenzione di visitare tutti i luoghi della serie, di bere Scotch invecchiato e probabilmente di guardare – con malizia – i kilt del luogo. Sarà senza dubbio un viaggio molto costoso.

Grazie tante, Diana Gabaldon. Grazie tante.

 


 

John Patrick Weiss

John disegna fumetti e scrive cose parecchio fiche sulla vita; è anche un pittore di paesaggi e un Capo della Polizia. Praticamente uno sbirro rinascimentale. Ma senza le tuniche e le calze.

Articolo Originale su johnpatrickweiss.com