Outlander Anatomy | Lezione #6

Salve, amici di Outlander Anatomy! La lezione di oggi continuerà a parlare della pelle ma si concentrerà sui capelli, sui follicoli piliferi, sui muscoli erettori del pelo e sulle ghiandole sebacee, tutte parti del corpo – come avete già imparato dalla precedente lezione – che sono prodotte dalla pelle e che sono perciò parte di quest’organo.

LEZIONE 6 | LA PELLE (PARTE SECONDA)

I capelli di Claire – La mascolinità di Jamie o anche Jesus H Roosevelt Christ!

Ora, prima di procedere con la lezione, devo confessare che ho fatto una piccola variazione nell’ultima lezione di anatomia. Le mie prime quattro lezioni sono state confinate in una parte dell’anatomia umana conosciuta come anatomia macroscopica. E questo campo include la dissezione del corpo umano così come l’abbiamo vista fino ad ora.

LS6_1

Suvvia… non fare lo schizzinoso Rupert! Si definisce “macroscopica” perché si occupa delle strutture visibili ad occhi nudo. Nella lezione #5 sono passata (senza dirvelo) ad un altro campo di anatomia umana chiamato anatomia microscopica.
I microscopi sono utilizzati per ingrandire strutture troppo piccole per essere viste senza l’ausilio delle lenti d’ingrandimento. Molte immagini di ciò che vedremo oggi sono disegni realizzati dai vetrini esaminati attraverso un microscopio composto, come questo (Foto A):

LS6_2
Foto A

Altre, invece, sono immagini in 3D scattate con un potente microscopio a scansione elettronica chiamato SEM (Foto B). Ho utilizzato entrambe le tipologie di microscopi molte volte durante gli anni di insegnamento e per alcuni progetti di ricerca!

Foto B
Foto B

Ora, entriamo nel mood della lezione di oggi! Come per la pelle, Sua Maestà descrive spesso i capelli nei libri di Outlander, offrendo così al suo pubblico uno sguardo più dettagliato sui personaggi e sulle situazioni tramite la descrizione vivida delle caratteristiche fisiche. Così, ancora una volta, vorrei iniziare la nostra lezione con alcune immagini tratte dalla serie tv Outlander e con altrettante parole citate dai libri.

Cominciamo dalla nostra eroina. All’inizio dell’episodio #1, Sassenach, Claire emerge dalla sua spider nel pittoresco villaggio di Inverness. Possiamo chiaramente apprezzare i suoi capelli color marrone scuro… foltissimi e molto mossi.

LS6_4

Più tardi, in occasione di una tempesta di fulmini, Sua Maestà scrive:

Si era alzato il vento e l’aria della camera da letto era satura di elettricità. Cercai di spazzolarmi i capelli, con l’unico risultato di aggrovigliarli ancor di più in furiosi nodi!

L’aria umida rende i capelli di Claire selvaggiamente mossi e disobbedienti (Starz, episodio #1, Sassenach) ed è qui che lei esclama: Jesus H. Roosevelt Christ!!

LS6_5

E, nel frattempo, qualcuno sta osservando le sue vane lotte attraverso la finestra della sua stanza.

LS6_6

Nay, non è un guardone…è Jamie! Ha!

La prossima immagine di Claire mi fa sempre ridere! Nell’episodio #2, Castle Leoch, Miss Fitz sveglia Claire senza troppe cerimonie, la fa sedere e le porge una tazza per la colazione. Poi, gliela strappa di mano prima ancora che Claire finisca di mangiare! Guardate i capelli di Claire! Sono assolutamente fantastici! Senza dubbio assomiglia alla “rosellina selvatica” a cui Jamie la paragona affettuosamente nei libri successivi.

LS6_7

“Porcospino irascibile, eh?” domandò.
Inclinò la testa, esaminandomi con aria indagatrice. “Mmm”, disse alla fine, passandosi una mano sui capelli per ravviarli. “Irascibile, quantomeno. Sei proprio un tipetto strano quando ti svegli, questo è poco ma sicuro”. Rotolò verso di me, con la mano tesa. “Vieni qui, mia bella rosellina selvatica”.

Con queste belle immagini che ci fanno entrare nel mood, è tempo di iniziare la spiegazione “tecnica” della nostra lezione e di condividere molti intriganti consigli! Per prima cosa, come saprete, la lunghezza dei peli del corpo varia molto da zona a zona: da meno di 1 mm sulla fronte fino a più di 1 metro per il cuoio capelluto (Foto C)! Ma i piccoli peli delle palpebre (non le ciglia) sono così piccoli che con difficoltà raggiungono la superficie della pelle! E, dovreste sapere che i peli crescono molto rapidamente… circa 0.3 mm al giorno o 1 cm al mese.

LS6_8
FIG. C

Dovreste anche sapere che il pelo non cresce in modo dritto sulla pelle; emerge un po’ storto (Foto D). Controllate questa cosa sulla vostra pelle: piazzate il vostro avambraccio su una superficie piatta con il palmo rivolto all’ingiù. Esaminando i peli, potete notare che sono piegati in direzione della mano. Questa è l’inclinazione di cui parlo.

FIG. D
FIG. D

Il pelo è anche più fitto in alcune aree rispetto ad altre: la faccia è ricoperta da circa 600 peli per cm2, rispetto invece a circa 60 peli per cm2 sul resto del corpo. Anche il diametro del pelo varia enormemente, ma comunque anche il pelo più spesso misura solo 5 mm circa in diametro (Foto E). Anche così, ogni capello è abbastanza forte da sopportare senza problemi il peso di 100 grammi!

FIG. E
FIG. E

Altra notizia interessante: il pelo umano cresce autonomamente; ogni pelo ruota attorno al proprio ritmo attraverso periodi di crescita e periodi di riposo. Se tutti i nostri peli seguissero lo stesso ciclo di vita, faremmo la muta come gli animali! E alle volte i nostri capelli (che ricordate, sono peli) fanno cose inspiegabili e dobbiamo toglierceli da davanti e domarli in qualche modo… Come Angus che preferisce utilizzare un fiocco viola!

LS6_11

Ma torniamo all’anatomia microscopica! Utilizzando la stessa immagine della lezione precedente, vi ricordo che la pelle è divisa in un’epidermide esterna sottile che sovrasta un derma più spesso. E, sebbene non faccia parte della pelle, ancora più sotto troviamo l’ipoderma. Il derma e l’ipoderma si ancorano anche a strutture di cui parleremo in questa lezione: pelo, follicoli piliferi, muscoli erettori del pelo e ghiandole sebacee (Foto F).

LS6_12
FIG. F

I peli emergono dai follicoli piliferi che crescono sotto l’epidermide (Foto G). L’anatomia interna di ciascun follicolo è molto complessa così cercherò di semplificarla: il pelo e il suo follicolo sono divisi in una radice pilifera e in un fusto pilifero. Alla radice vi è un bulbo dove le cellule dividono e spingono quelle più vecchie verso la superficie per formare il fusto del pelo!

FIG. F
FIG. F

Lungo il percorso, le cellule pilifere si induriscono e si appiccicano le une alle altre così, prima che il pelo si erga oltre la superficie della pelle, le cellule sono ormai morte, piatte e con i bordi liberi rivolti verso la punta del pelo. Si sovrappongono sostanzialmente le une con le altre come tegole di un tetto (Foto H). Questa è l’immagine SEM di un singolo pelo!

Foto H
Foto H

Dovreste sapere anche che i follicoli piliferi sono molto sensibili all’influenza degli ormoni! Queste sostanze chimiche producono le caratteristiche secondarie del sesso come la distribuzione dei peli. Infatti, tale distribuzione tra i due sessi gioca un ruolo importante nelle comunicazione sociali-sessuali!
Nelle donne, gli estrogeni spingono la maggior parte dei peli del corpo a svilupparsi corti e sottili, i cosiddetti peli del vello ancorati al derma. Entrambi i sessi mostrano i peli terminali più spessi del cuoio capelluto, delle ciglia, delle sopracciglia, dell’ascella e del pube, i quali sono ancorati a fondo nell’ipoderma.

Negli uomini, gli androgeni (tra i più importanti, il testosterone) convertono anche i peli della faccia e del petto in peli terminali.

…nessuna lezione di anatomia è davvero completa senza almeno un’immagine di Jamie mezzo nudo! Così, qui ci sono i suoi peli del petto nel caso ve lo foste dimenticato… Ma chi voglio prendere in giro??? Gawd!

LS6_16

Da aggiungere: visto dal SEM, i capelli lisci hanno un fusto rotondo come visibile in questa foto relativa ad un fusto pilifero (Foto I – colore generato dal computer); le cellule morte della pelle che circondano il capello sembrano tante foglie sparpagliate sul terreno di un bosco.

LS6_17
Foto I

Il cuoio capelluto di Murtagh offre un perfetto esempio di capello dritto – qui sta spiegando a Claire del perché Jamie non deve essere visto da nessuno (episodio #5, Rent)! Inoltre, ha occhi molto carini e belle sopracciglia, nel caso in cui non ve ne siate accorti perché concentrate sulle foto di Jamie!

LS6_18

I capelli ricci come quelli di Claire…

LS6_19

…hanno un fusto che è appiattito come mostrato in questo foto scattata col SEM (Foto J). Più è piatto il fusto, più sono ricci i capelli!

LS6_20

Ora, parlando di un paio di altre strutture associate al follicolo pilifero. La prima, allungata tra il follicolo e il derma, è una sottile fascia di tessuto chiamata muscolo erettore del pelo. La seconda, tra il follicolo pilifero e tale muscolo, sono una o più ghiandole sebacee con alcuni dotti che si aprono nel follicolo pilifero (Foto K). Tali ghiandole producono il sebo, un mix complesso di grassi, cere e altri materiali.

Foto K
Foto K

I muscoli erettori del pelo sono fatti di cellule muscolari levigate che non sono sotto il controllo cosciente. Si contraggono in risposta al caldo o ai riflessi dovuti allo spavento, alla fuga e al combattimento! Le contrazioni di questo muscolo elevano il pelo, che forma così la pelle d’oca, e aiutano a spremere il sebo dalle ghiandole sebacee verso il follicolo pilifero e sul fusto del pelo (Foto L).

Foto L
Foto L

La contrazione dei muscoli erettori del pelo negli animali intrappola l’aria tra i peli eretti per mantenere il calore del corpo o per aiutare l’animale a sembrare ancora più minaccioso (Foto M)! Questo adattamento non serve molto a noi, umani dal pelo corto, ma il rilascio del sebo aiuta a lubrificare e a proteggere il pelo stesso.

Foto M
Foto M

Infine, parliamo del colore dei capelli! Come l’epidermide, il colore dei capelli richiede la presenza della melanina; i melanociti nel bulbo pilifero sintetizzano la melanina e la impacchettano in granuli che raggiungono il fusto del capello nel momento in cui si forma. Ora, scopriamo che ci sono un paio di diverse tipologie di melanina!
Come per Claire, la maggior parte del colore di capelli è dovuta alla presenza di diverse quantità di eumelanina marrone o nera. Ma, ora, GRANDE sorpresa per voi! Scommetto che lo sapete già! Il colore rosso fuoco dei capelli come nel nostro Great Scott, Jamie, contiene un diverso tipo, chimicamente parlando, di melanina conosciuto come feomelanina e questa molecola è rossa (o castano-ramata)! Inoltre, la meravigliosa chioma rossa di Jamie è dovuta anche alla presenza di feomelanina, come si può notare in questa immagine presa da “dietro” (episodio #7, The Wedding)!

LS6_24

E giusto per non farvelo dimenticare, ecco l’immagine dei capelli di Jamie visti da davanti!

LS6_25

Possiamo letteralmente vedere prendere vita la descrizione che Sua Maestà fa dei suoi capelli in Outlander:

…una massa di castano, rame, cannella e oro, tutti scintillanti assieme nel sole mattutino…

Ultima constatazione per la vostra conoscenza: verificate gli angoli superiori della fronte di Jamie. Vedete come la linea dei capelli sia squadrata? Questo è conosciuto come l’incavo temporale; è una caratteristica sessuale secondaria negli uomini dovuta all’influenza del testosterone. Le donne hanno una tipica linea ovale nell’area corrispondente!

E ora, gente, il nostro viaggio nei meandri delle pelle e delle sue appendici è arrivato alla fine! Spero davvero che vi sia piaciuto imparare qualcosa sulla pelle vostra e del cast, già che ci siamo! Tra qualche tempo posterò la terza parte relativa al seno.

Nel frattempo, vi lascio con queste adorabili parole di Sua Maestà tratte dal libro Outlander e con un’immagine sempre dall’episodio #7 (The Wedding):

“Hai i capelli più belli che abbia mai visto”, disse Jamie guardandomi…
“ Ma sono così… ricci”, dissi, arrossendo un po’…
“Aye, naturalmente”…Si sedette e ne strattonò delicatamente una ciocca, allungandola in giù fino a che, non più ricciola, raggiunse quasi il mio seno…

E ancora:

“Mo Duinne?”…“Significa ‘mia bella bruna’”. Mi prese una ciocca di capelli e se la portò alle labbra sorridendo, con un luccichio negli occhi che mi fece rimescolare il sangue nelle vene. “È un colore così banale, il castano: l’ho sempre pensato”…“No, non direi, Sassenach. Non è affatto banale”. Sollevò la massa dei miei capelli e l’aprì a ventaglio con le dita. “È come l’acqua di un ruscello, quando si increspa sopra i sassi. Scura nei punti profondi, con riflessi d’argento (ramati in Starz) in superficie, dove il sole la fa brillare”.

LS6_26

Gah, quest’uomo ci sa fare con le parole! Ha mai detto qualcosa di sbagliato? Guardate come osserva il viso di Claire! Lei è tanto incantata, quanto incantevole!

Psst… la prossima volta parlerò delle cosce e delle ginocchia di qualcuno… stay tuned!

 

LA PROFONDAMENTE GRATA,
ANATOMISTA DI OUTLANDER

 

Le foto sono tratte da: Starz; la foto del gatto dal Goosecam Edmonton Journal; la pelle d’oca da Genius.com; l’Istologia di Base da Junqueira e Carneiro (undicesima edizione); dall’Università di Leeds; dalla Rochester Education Foundation; da Wikipedia; da WebMD; dal sito dell’Università di Dermatologia di Loyola; dalla Guida Istologica; dall’Università di Leeds; da Wikimedia.org. CSIR – Consiglio per le Ricerche Scientifiche e Industriali; dagli archivi di foto OA del Sud Africa, dalla Aersol Research – Università St. Loius di Washington.

La rubrica Outlander Anatomy (L’Anatomia di Outlander) è un blog che segue tanto le avventure della serie di libri scritta da Diana Gabaldon, quanto lo show televisivo omonimo targato Starz.  Sono stata professore di Anatomia Umana Macroscopica e Microscopica per quasi 40 anni in America e, grosso modo, ho insegnato a circa 10.000 studenti di medicina. Mi interesso molto di libri che riguardano la mia professione e adoro insegnare al prossimo tutte le conoscenze in nostro possesso sulla fantastica “macchina umana”.... e diciamolo, adoro anche unire le due mie passioni. Spero vi divertiate anche voi! Alcuni piccoli disclaimers: non sono associata a Starz e le immagini che pubblico non sono di mia proprietà. Se queste ultime riguardano lo show, appartengono esclusivamente alla Starz. Farò del mio meglio per citare sempre la fonte da cui provengono. Se pensate che un’immagine debba essere creditata o se appartiene a voi, per favore fatemelo sapere così potrò correggere gli errori oppure rimuoverla dal post. In ogni caso avvertirò della presenza di uno spoiler tramite l’hashtag #outlanderspoiler e se ritengo che ci siano argomenti abbastanza controversi per qualcuno, utilizzerò l'hashtag #NSFW.  Buon divertimento!

Articolo Originale su outlanderanatomy.tumblr.com