LS10_main

Outlander Anatomy | Lezione #10

LEZIONE 10 | la schiena

“La schiena di Jamie” o “Aye, la schiena di Jamie!”

Sono un po’ in ritardo col post perché sono appena tornata dal mio viaggio dalla contea Ridge dei Fraser. È una regione davvero bella. Ora capisco perché Jamie e Claire l’abbiano considerata “casa”.

Do il benvenuto ai nuovi arrivati e ringrazio i lettori di sempre. Poiché il nostro eroe dai capelli rossi è così dannatamente bello, utilizzerò molte immagini di Jamie per questa importante lezione.

Claire vede per la prima volta la schiena di Jamie nell’episodio 2, Castle Leoch, quando rimuove la coperta dalle sue spalle per disinfettare la ferita da arma da fuoco. Sua Maestà scrive nel libro Outlander:

“Avevo finito di fasciarlo e me ne stavo in silenzio dietro di lui, con una mano appoggiata sulla spalla sana…

La sua schiena era ricoperta da un reticolo di linee pallide: era stato frustato

selvaggiamente, e più di una volta. C’erano poi sottili cicatrici argentee, qua e là, dove le piaghe si erano incrociate, e chiazze dove i colpi si erano ripetuti sullo stesso punto, scorticando la pelle e scavando il muscolo sottostante”.

 

Poi Jamie racconta:

 

“Sono stati quei maledetti inglesi: mi hanno frustato due volte nel giro di una settimana. Lo avrebbero fatto anche due volte nello stesso giorno, se non avessero avuto paura di uccidermi. Non c’è gusto a frustare un uomo morto”.

1

Avrei voluto vedere la schiena di Jamie prima che venisse sfregiata da quel pazzo di Jack Randall! Purtroppo la possiamo vedere di sfuggita a Lallybroch (episodio #2, Castle Leoch) mentre Black Jack da il primo colpo di frusta al nostro coraggioso eroe. Ugh!

2

Ora date una breve occhiata alla schiena di Jamie dopo il primo colpo. Le frecce blu segnano lividi o ponfi! Il Jamie del telefilm ha una pelle molto delicata e questi gonfiori sembrano davvero reali. Tipicamente, i ponfi si creano in seguito ad una reazione allergica o ad una maneggiamento tosto come la pressione, soffi o frizione. Forse Jamie è stato trattato un po’ troppo duramente per questa scena?

3

Ora, in anatomia la schiena umana è definita come la larga area che si estende dalla base della testa fino al coccige (Foto A). Essa è più estesa nella zona delle spalle, si restringe in quella della gabbia toracica e termina a forma di “V” tra le natiche. L’anatomia topografica (superficie) di una schiena bella muscolosa mostra, tutti in maniera disordinata, bozzoli, gobbe e valli creati dai muscoli sottostanti, ecc… . Le due frecce nere nella Foto A segnano un prominente solco di linea mediana verticale. Dovreste anche sapere che per protezione la pelle della schiena è più spessa e ha meno terminazioni nervose rispetto alla pancia o alla pelle del petto. É anche un’area che possiamo chiaramente vedere o toccare senza aiuto di specchi, foto o esercizi di yoga. Namaste!

4

Foto A

Ora, pensando di rimuovere temporaneamente lo strato della pelle, diamo un’occhiata alle strutture superficiali che danno forma al contorno della schiena (Foto B). La coppia di muscoli del trapezio (lezione #3) copre l’area superiore della schiena. Vi ricorderete che essi hanno origine (iniziano) dalle ossa della schiena ma che si inseriscono (terminano) nella clavicola e nella scapola, e muovono queste ossa. I muscoli grandi dorsali coprono l’area inferiore della schiena. Anch’essi prendono origine dalle ossa della schiena ma si inseriscono più avanti e muovono le ossa omerali (lezione #2). I muscoli del Gluteo maximus e del Gluteo medius (lezione #1) sembrano far parte della schiena, ma formano maggiormente le natiche e appartengono agli arti inferiori. La depressione a forma di V alla base della spina dorsale (area bianca) è la fascia toracolombare fiancheggiata dai muscoli gluteali e dalla cresta iliaca. Tale fascia è un sottile strato di collagene che da origine alla schiena e ai muscoli addominali (ne parlerò in un post futuro). La cresta iliaca forma la sommità di ciascun osso dell’anca. Il solco di linea mediana verticale (Foto A) è creato dalla spina dorsale poiché aderisce al derma della pelle (lezione #5 e #6).

5

Foto B

La rimozione dei muscoli superficiali della schiena mostra i muscoli erettori della spina dorsale (Foto C). Essi si collegano alla spina dorsale e alle costole. Nella forma fisica, essi sono visibili come spesse colonne longitudinali di muscoli fiancheggiate da ogni lato della spina dorsale. La loro funzione è quella di inarcare e estendere la spina dorsale (vedete sotto). Di nuovo, sebbene sembrino far parte della schiena, le natiche e i loro muscoli gluteali sono in verità parti degli arti inferiori.

6

Foto C

La lunghezza della schiena è determinata dalla spina dorsale, chiamata anche colonna vertebrale, che si estende dalla base del cranio e arriva fino al coccige (immagine verde nella Foto D).

7

Foto D

La colonna vertebrale forma l’asse osseo centrale della schiena (Foto E). Sono identificate cinque regioni a partire dalla terminazione cefalica (parola greca che significa “testa”) fino ad arrivare a quella caudale (parola latina per indicare la “coda”): cervicale, toracica, lombare, sacrale e coccigeale. Esistono 7 vertebre cervicali (C1 – C7), 12 toraciche (T1 – T12), 5 lombari (L1 – L5), 5 sacrali (S1 – S5) e 4 coccigeali (Co1 – Co4) per un totale di 33 vertebre (Foto E).

8

Foto E

Una tipica vertebra (alcune sono atipiche) mostra le seguenti caratteristiche principali (Foto F): un processo spinoso vertebrale che si proietta posteriormente e che fornisce i collegamenti dei legamenti e dei muscoli; un corpo cilindrico che è fiancheggiato alla sommità e inferiormente dai dischi invertebrali (IV); una coppia di processi trasversali (frecce nere) che forniscono collegamenti per i muscoli e per i legamenti; infine, un “buco” conosciuto come forame vertebrale.9

Foto F

Le vertebre di una spina dorsale intatta sono allineate e tenute sotto controllo da numerosi e potenti legamenti, bande di tessuto connettivo che collegano osso ad osso (Foto G – non vi preoccupate per i loro nomi).

10

Foto G

Questa disposizione rende la colonna vertebrale forte , flessibile ed elastica! Essa permette anche un considerevole numero di movimenti che include la flessione laterale, la rotazione e la flessione anteriore (in avanti) (Foto F):

11

Foto H

E per l’estensione della spina dorsale (Foto I):

12

Foto I

L’allineamento vertebrale converte anche individuali forami vertebrali in un canale vertebrale che ospita e protegge il midollo spinale. La Foto J presenta uno schema del midollo spinale dentro un canale vertebrale (solo alcuni vertebre sono numerate). Le regioni colorate in codice danno origine ai nervi della spina dorsale che si formano a coppie dai livelli cervicale, toracico, lombare, sacrale e coccigeale della corsa spinale; i nervi soppiantano le strutture del collo, del tronco, degli arti superiore e inferiore.

13

Foto J

Le vertebre toraciche sono inusuali in quello e sono ancorate direttamente alle costole e indirettamente allo sterno (ossa del petto). Questa disposizione fornisce grande stabilità e permette una flessione anteriore e solo altri piccoli movimenti (Foto K). Le costole nell’immagine sotto sono numerate ma le vertebre toraciche non lo sono. Sappiate che la vertebra T1 si collega con il primo paio di costole e via dicendo.

14

Foto K

Notizia interessante: in quanto umani bipedi, le nostre spine dorsali si trasformano durante l’intero corso della vita. Nei neonati, l’intera spina dorsale è flessa anteriormente (Foto L – linea viola).

15

Foto L

Come tiriamo su le nostre teste, ci alziamo e camminiamo, si sviluppano quattro curvature alternate che si notano facilmente nella spina dorsale di un adulto. Le vertebre cervicale e lombare curvano posteriormente, mentre quelle toracica e sacrale curvano anteriormente (Foto M – spina dorsale vista dal lato sinistro).

16

Foto M

Fate un respiro profondo e godetevi questa immagine della schiena di Jamie: potete facilmente vedere le sue curvature toracica e lombare, così come il profondo solco della linea mediana fiancheggiato da impressionanti colonne dei suo muscoli erettori della spina dorsale (episodio #5, Rent). E grazie molte, ma d’ora in poi lui si rammenderà da solo la camicia – dal momento che il suo tenero Zio Dougal continua a strappargliela via di fronte a degli sconosciuti! Non gli importa molto se il ragazzo indosserà stracci d’ora in poi!

17

Ora, Claire – che fa l’amore con Jamie con gli occhi (e con altre cose anche) per tutti i libri di Outlander – osserva come la schiena di Jamie sia “dritta come un alberello d’ontano”. Con ciò non dice che gli manchino le quattro curvature, ma intende solo che tiene la schiena ben dritta ed eretta…ottimi toni muscolari, sapete? Ecco un bellissimo esempio della schiena di Jamie mentre gioca con le puledre (episodio #2, Castle Leoch). Snort!

18

E, och, mentre osserva qualcosa (episodio #5, Rent)!

19

E una delle mie immagini preferite dove Jamie si allontana a grandi passi da Claire dopo averle detto che è lui il vergine tra i due (episodio #6, The Garrison Commander)! È meglio che almeno uno dei due sappia cosa fare! E tutto ciò fa luccicare gli occhi di Claire!

20

Torniamo all’anatomia della schiena. Un’altra interessante informazione circa la colonna vertebrale: alla nascita, l’osso sacro a forma di cuneo consiste di cinque vertebre separate. La fusione inizia durante l’adolescenza e termina verso i 30 o più e ciò spiega perché l’osso sacro di un adulto conti un totale di cinque vertebre. Inoltre, entrambi i lati dell’osso sacro si collegano con ogni osso dell’anca nell’area delle articolazioni (SI) sacroiliache (Foto N – frecce rosse) fino a formare un bacino rigido. Le frecce viola segnano le elevazioni ossee bilaterali delle ossa dell’anca conosciute come “spine iliache posteriori superiori” (PSIS).

21

Foto N

Tali spine iliache sono anche localizzate nel punto in cui il derma aderisce all’osso sottostante formando le così chiamate fossette di Venere (Foto O):

22

Foto O

Sebbene le fossette appaiano in numerose immagini fotografiche, in realtà sono molto più che segni affascinanti; esse sono superficiali e sono utilizzate facilmente per aspirazioni del midollo osseo (Foto P).

23

Foto P

Reggetevi forte alla vostra sedia! Claire mostra le sue fossette di Venere in questa scena tratta dall’episodio #7, The Wedding (frecce rosse)! Qui, Claire guida le mani di Jamie verso i suoi fianchi e inizia a mettere le sue dita della mano destra sopra la fossetta di sinistra! Gasp, credo di aver appena smesso di respirare – ho bisogno di ARIA!

24

Non sono riuscita a trovare altre immagini delle fossette di Venere di Jamie ma, aye, ne è provvisto. É solo che esse sono “assorbite” in due solchi dove la sua fascia lombosacrale si collega ai muscoli del gluteo massimo e del gluteo medio molto ben sviluppati (lezione #1)! I suoi muscoli del sedere sono così potenti che danno origine ad un solco su ogni lato dell’osso sacro (episodio #5, Rent). Mmph!

25

Ora, questa lezione deve per forza parlare delle frustrate date a Jamie dall’Uomo Matto di Fort William! Mi si spezza il cuore ogni volta che guardo questo episodio (episodio #6, The Garrison Commander), ma è necessario parlarne per farvi capire meglio. Il duro trattamento che Jamie subisce non è solo una tragedia personale ma è anche messaggero dell’imminente battaglia di Culloden e del seguente annientamento dei modi di vita degli Highlanders da parte delle Giubbe Rosse. Sapete bene che Jamie ha già ricevuto 100 colpi di frusta per aver cercato di scappare prima che BJR decida di dargliene altrettanti! Il primo colpo di frusta fa uscire ampiamente il sangue poiché BJR utilizza il famigerato “Gatto a Nove Code” caratterizzato da estremità in piombo! Vuole far sanguinare Jamie fino all’osso (sapete che se l’avesse veramente fatto, Jamie sarebbe stato disabile per sempre o sarebbe addirittura morto?).

26

Potete chiaramente vedere perché Jamie lo chiama “bastardo pazzo di un Randall”. Date solo un’occhiata alla faccia e agli occhi di Randall. È un duro lavoro, sapete? E nel caso in cui non l’aveste notato, la figura sfuocata sullo sfondo è Black Brian, il padre di Jamie, così chiamato a causa del suo colore di capelli…mentre BJR è chiamato così per il colore della sua anima!

27

Verso la fine, la schiena di Jamie assomiglia a degli haggis. Non c’è da stupirsi se a malapena riusciva a stare seduto su un cavallo dopo che i suoi amici si sono arrangiati per salvarlo!

28

Sua Maestà fornisce un’altra descrizione intima della schiena di Jamie nel libro Outlander. Qui- dopo essere andati via dal salone dove Gwyllin il Bardo stava cantando – Jamie si toglie la camicia nell’ambulatorio di Claire. Il vestito gli dava fastidio e le chiede di toglierlo. Claire osserva:

“Rimase pazientemente seduto, senza muoversi, mentre io, dopo essergli girata intorno, gli ispezionavo la schiena…ero orripilata…le cicatrici gli ricoprivano tutta la schiena, fino alla vita. Se molte di esse si erano ridotte a poco più che sottili linee bianche, le peggiori formavano spessi cordoni argentei che gli attraversavano i muscoli. Pensai con rammarico che doveva essere stata proprio una bella schiena, un tempo. La pelle era chiara e fresca, e la linea di ossa e muscoli ancora solida e aggraziata, con le spalle quadrate e la spina dorsale che formava un solco dritto e profondo tra le colonne di muscoli su entrambi i lati…cercavo di non immaginare quella braccia muscolose alzate…le corde attorno ai polsi, la testa color rame premuta contro il palo in preda all’agonia…Allungai involontariamente la mano, quasi che potessi guarirlo con il mio tocco e cancellare così ogni segno. Sospirò ma non si mosse, mentre io tracciavo con le dita i profondi solchi delle cicatrici, a uno a uno, come per mostrargli la portata del danno che lui non poteva vedere”.

29

 

Ora, devo confessare…questo post non è stato molto divertente da scrivere a causa del suo argomento così sobrio ma la storia insegna. Durante le guerre napoleoniche (1803-1815), i soldati dell’Esercito Britannico potevano ricevere fino a 1.200 colpi di frusta, numero che poteva rendere disabile permanentemente o uccidere un uomo. Gli Stati Uniti d’America seguirono un codice simile e nessuno stato abolì la flagellazione fino al XIX secolo – una vergogna da parte di entrambe le nazioni di assicurarsi che la flagellazione implicava umiliazione, mortificazione e cicatrici permanenti alle sue vittime.

La flagellazione fu anche utilizzata durante il periodo americano della schiavitù. La foto seguente, scattata a Baton Rouge nel 1863, mostra la schiena di Gordon (Foto Q), uno schiavo frustato. Le sue cicatrici sono pronunciate a causa della formazione cheloide.

30

 

Foto Q

In ultimo, consideriamo l’importanza della schiena, la più grande tela singola del corpo umano. È alla base di molte frasi e di  molti proverbi a causa della sua vulnerabilità: “hai la schiena contro il muro”, “colpiscilo alla schiena”, “gli amici si aiutano a vicenda”, “guardati alle spalle” e “stai indietro”. La schiena è anche simbolo di forza e duro lavoro come in “di nuovo a lavoro”, “schiena forte” e “metticela tutta”. Di certo, la pratica di mostrare la chiarezza sulla schiena è stata praticata per secoli attraverso vestiti, no vestiti, arte, tattoo e, nel caso di Jamie, flagellazione.

La schiena può anche essere utilizzata per trasmettere emozioni. Nella seguente immagine, Claire ha appena evitato Jamie (episodio #5, Rent) perché le ha detto che la sua faccia mostrava pienamente che stava pensando di scappare come cercò di fare durante l’Adunanza. Beh, lei se l’è cercata, sì, ma a Jamie non piace essere respinto, così agita il suo plaid sulla schiena in segno di fastidio. È davvero divertente! Vedete Claire là “dietro”? É appena entrata nella sua tenda. Dannata donna…non sa cosa si stia gonfiando dietro la sua schiena!

31

 

OK, questo è tutto. La prossima volta posterò un argomento più “leggero”…come Claire, lo prometto!

Potete anche seguirmi su Facebook e Twitter!

 

LA PROFONDAMENTE GRATA,
ANATOMISTA DI OUTLANDER

 

Crediti delle immagini:Atlante di Anatomia Umana di Netter – quarta edizione; Atlante di Embriologia Umana di Netter – prima edizione; Libro di Testo di Anatomia di Hollingshead – quinta edizione; Starz; ainsleyjason.wordpress.com; www.sportsmed.or.nz; www.Radiopaedia.org; www.wikihow.com; www.Wikipedia.org; www.massgeneral.org; www.faculty.washington.edu; www.wikipedia.com; www.momarock.wordpress.com; www.imueos.wordpress.com; www.forums.hardwarezone.com.sq; www.pedsoncologyeducation.com; www.stemcelldoc.wordpress.com; www.hercampus.com; www.prevention.com.

La rubrica Outlander Anatomy (L’Anatomia di Outlander) è un blog che segue tanto le avventure della serie di libri scritta da Diana Gabaldon, quanto lo show televisivo omonimo targato Starz.  Sono stata professore di Anatomia Umana Macroscopica e Microscopica per quasi 40 anni in America e, grosso modo, ho insegnato a circa 10.000 studenti di medicina. Mi interesso molto di libri che riguardano la mia professione e adoro insegnare al prossimo tutte le conoscenze in nostro possesso sulla fantastica “macchina umana”.... e diciamolo, adoro anche unire le due mie passioni. Spero vi divertiate anche voi! Alcuni piccoli disclaimers: non sono associata a Starz e le immagini che pubblico non sono di mia proprietà. Se queste ultime riguardano lo show, appartengono esclusivamente alla Starz. Farò del mio meglio per citare sempre la fonte da cui provengono. Se pensate che un’immagine debba essere creditata o se appartiene a voi, per favore fatemelo sapere così potrò correggere gli errori oppure rimuoverla dal post. In ogni caso avvertirò della presenza di uno spoiler tramite l’hashtag #outlanderspoiler e se ritengo che ci siano argomenti abbastanza controversi per qualcuno, utilizzerò l'hashtag #NSFW.  Buon divertimento!

Articolo Originale su outlanderanatomy.tumblr.com