7

Lamentele di una Sassenach: l’amore per Outlander forza le persone a guardarlo in italiano

Salve e benvenuti alla terzultima puntata delle mie lamentele e si spera che dopo l’ultima non ce ne siano più. Passate tutti al lato della forza e guardate le puntate in inglese sottotitolate. Ne va della vostra salute, credetemi. Per la frase del titolo ho preso quella di Jenny che troverete più avanti. In effetti l’amore per Outlander spinge le persone a fare delle scelte. Fai delle cose che non avevi mai immaginato di fare prima. Ovvero guardare in Italiano. Perché inizialmente era un rifiuto totale, poi curiosità e infine “forzatura”.

Premetto che guardo la puntata non su Sky ma sempre uno o due giorni dopo la messa in onda, per il semplice fatto che, per l’appunto, non ho Sky. Tuttavia, facendo parte del meraviglioso gruppo di Outlander Italia, ho modo di leggere i pareri delle/degli altre/i fan.

E tanto per cambiare, sono pessimi. Solitamente c’è chi cerca di vedere aldilà dell’apparenza e prova a redimere i peccatori che vedono solo nero, come me. Ogni tanto c’è un lampo di luce gaelica ma è tutto molto fugace e labile, tanto che sparisce non appena viene pronunciata la parola “Sassone”. Oh sottolineo che fuori dalla finestra c’è la terza guerra mondiale tra fulmini, saette e tuoni. Coincidenze?

 

Anyway. Partiamo come sempre, o quasi, dal titolo: The Search. Sarebbe bello se venisse tradotto semplicemente in maniera letterale ma, no… ovvio che non sarà così. Voi credevate di sentire musiche celestiali al solo pensiero, con trombe squillanti che annunciano il lieto evento. Beh, mi dispiace deludervi ma il cielo è diventato oscuro e al massimo ci può essere il rumore dei tuoni mentre i trombettieri si sono “spompati” tutti e producono solo qualcosa di stridulo. Non so se riesco a rendere bene l’idea ma provate a pensare uno strumento non accordato, una macchina che frena di colpo sgommando per evitare di ammazzarsi, unghie sulla lavagna o su un muro… cose del genere. Anche Genoveffa e Anastasia che cantano “Canta UsignoL”. E tutto questo perchè? Questo vi chiederete e io vi rispondo con: “La ricerca di Jamie”. Direte che è troppo tragica, che ne sto facendo un caso mondiale e che sono troppo pignola ma immaginate voi una puntata seria che parte con un titolo del genere. Io, onestamente, mi immagino tartarughe e pesci, gabbiani e squali che vanno alla ricerca di un pesciolino che è stato acchiappato dagli umani e messo in un acquario.
In effetti ci sta. Dory interpretata da Jenny, Marlin da Claire e Murtagh nei panni di Scorza. Poi c’è Randal che potrebbe essere sia uno di quelli che lo cerca, una tartarughina, che il dentista che lo tiene stretto a sé (ha una croce sopra solo per il fatto che, anche se lo cerca, non è presente in questo episodio) ed infine l’acquario è la prigione. Ok sì. Fox Italia presenta un film della Starz “Outlander – La ricerca di Jamie”. Aye.

No non mi piace affatto la scelta di aggiungere il suo nome poichè lo rende banale e oltrettutto nel titolo originale non c’è. Non è “The Search of Jamie” ma “The Search” e basta.

1

Andiamo avanti. La voce di Mrs Crook non vi ricorda quella di un cosino verde, preistorico e lentissimo di nome Sid? La sua bellissima “S” soprattutto. Avete presente la scena di Jenny che si china per prendere la cacca di cavallo in mano? “Still warm”, èancora calda. Ma in italiano si preferisce un “Sono passati da poco”. Che c’è vi fa schifo che sia ancora calda? Un po’ come la preferenza di “Il ragazzo delle Highlands” al posto di “Highlander”. Aye… ops, volevo dire sì.

2

«Love forces a person to choose. You do things you never imagined you could do before». «L’amore forza le persone a fare delle scelte. Fai delle cose che non avevi mai immaginato di poter fare prima». Questa frase, da quando l’ho sentita, è quella che penso quando guardo le puntate in italiano, perchè poi senti dei nomi che vengono ridotti a passato di verdure. Sto parlando di MARTAGH se non l’aveste capito.

3

«E’ in arrivo una carestia, tra due anni. Ci sarà una guerra, un massacro.» Immaginate ora Claire che si trasforma in Hagrid e Jenny in Harry. «Sta cambiando là fuori. […] Arriva una tempesta, Harry. Faremo meglio ad essere pronti quando arriverà.» Certo che avrei preferito se invece di una carestia e di un massacro ci sarebbe stata una tempesta positiva, dove finalmente si davano una svegliata e non facevano più sperare i fan di non vedere mai più questa sottospecie di telenovela.

Ma la ricerca continua e Claire indossa i panni sporchi e puzzolenti di un uomo per poter cantare. Sassenach… non so se è peggio che lo traducano semplicemente o che lo traducano “straniera” e non sassone. Giusto per il semplice fatto che nessuna parola ha mai lo stesso significato. Confesso che traducendo avrei messo già dall’inizio “Straniera” invece di “Sassone”, per il semplice fatto che il primo libro, quello approvato dalla Gabaldon stessa, si intitola “La Straniera”.

4

Ma continuiamo anche a noi con il telefilm e… mi viene da piangere nel sentire la voce di Cait. La sua meravigliosa, bellissima e straordinaria voce. In questo caso sarebbe commozione, gioia. Ma ci sarebbe anche un altro motivo per piangere. Nella versione in italiano, dove si traduce tutto quello che non dev’essere tradotto e si lascia in lingua originale tutto quello che dev’essere tradotto… beh, questa puntata non è da meno. Stando alla risposta che era stata data dalla Fox riguardo il motivo per cui erano stati tradotti i termini, mi chiedo: per quale assurdo motivo la canzone non è stata tradotta? Cosa capiscono gli italiani di questa canzone che è a dir poco sconcia e oscena? Seriamente siamo arrivati a questo punto dove non si censurano scene di nudo – il “pistolino” di Randall – ma si “censura” una canzone del genere? Metto tra “virgolette” la parola censura perchè spero che sia stata fatta la scelta di lasciarlo in originale solo perchè così è molto più bella. E non proprio per censurare le oscenità che vengono dette. Più avanti, infatti, dove Cler e Martagh parlano accampati, se non ricordo male è l’unica volta in cui si menziona il titolo “The Search” che però in italiano diventa “per quanto mi riguarda”. Per quanto mi riguarda, personalmente parlando, avrei messo “la ricerca di Jamie”, così almeno ci si riportava al titolo. De gustibus.

5

Concludiamo infine con la rivelazione da parte di Dougal: Jamie si trova nella prigione di Wentworth. Rivelazione che per Dugal diventa uno scioglilingua: Ueluort. Secondo me l’intero “cast” era talmente disperato per questa uscita che ha rincarato la dose di orrore nella transizione della musica finale. Un violino suonato male da uno violinista che non sa suonare un violino neanche accordato e che in quel momento è inciampato. Dite che a Wentworth hanno un cappio in più?

A voi decidere se questa puntata era migliore o peggiore rispetto alle precedenti anche perché dovrebbe essere ormai chiaro il mio parere. Posso solo aggiungere “alla prossima e ricordate che ora ne mancano solo due”.

6

Per il resto, ecco come Claire e Jenny si abbracciano e si fanno forza l’un l’altra. Ce la faremo tutti. Se ce la fanno loro, ce la faremo anche noi, è certo.

DINNA FASH YERSELF AGUS SLAINTE MHATH.