cosa non può mancare nella seconda parte di stagione di outlander

Outlander: cosa non può mancare nella seconda parte di stagione

Nella maggior parte dei casi essere una lettrice accanita ti porta, anche, ad essere una critica spietata. Immancabilmente questo avviene quando, dai tuoi libri preferiti ne traggono il film o la serie TV.

Quante volte vi è capitato di spalancare gli occhi e di aprire la bocca davanti ad esternazioni del tipo “Wow questo film è stupendo”, mentre dentro di voi una vocina vi diceva: “Stupendo?? Ma non c’è una scena identica al libro”. Avete presente le faccine che leccano lo schermo del computer? (ok non pensate a una foto di Sam per favore), ecco quelle faccine siamo noi, che vomitiamo arcobaleni o scaraventiamo via il computer dalla scrivania, a seconda dei casi.

Diciamolo Sassenachs, siamo fottutamene fortunati, il nostro Outlander rispecchia il libro in modo assoluto e siamo già in fermento per quello che vedremo ad aprile, quando il vento di Scozia tornerà a solleticarci la pelle.

Noi lettori e lettrici abbiamo già ben chiari in testa i passaggi della storia che vorremmo assolutamente vedere sullo schermo, ovvero quei momenti che ci rifiutiamo di pensare, anche minimamente, che possano essere tagliati.

Ecco i MIEI momenti, E VOI siete d’accordo con me?
[attenzione SPOILERS per l’intera prima stagione, tratti dal libro La Straniera]
 

 

1. “Lo stupro” – Jamie & Jack Randall

E’ sicuramente una delle scene più forti e d’impatto emotivo che troviamo nel primo libro. Ho riflettuto ampiamente su questo punto: è giusto oppure no mostrare questo momento? Poi togliendo la brutalità dell’atto in se, sono arrivata alla conclusione che questo passaggio non può mancare. Jamie cambia radicalmente dopo quello che avviene con Jack, cambia lui e cambia il suo rapporto con Claire. Un trauma così straziante che dimostra quanto forte sia questo personaggio. Orgoglio, fierezza, coraggio, determinazione, il tutto chiuso dentro a un corpo martoriato dalle fantasie perverse di un inglese psicopatico.

Una trauma che Jamie si porterà dietro, esattamente come la ferita infertagli da Jack, come quel marchio, altro punto focale della perversione assoluta e sadica di Black Jack. Lui che sceglie quel destino per salvare Claire, la donna che ha sposato. Sceglie di essere spezzato come uomo, nell’anima. Tanto da non sentirsi più all’altezza di lei, di stare al suo fianco. Tanto da sentirsi perso. Vedere sullo schermo l’atto in se sarà quasi impossibile, proprio per la crudeltà della descrizione e dalla situazione, ma questo è un momento che deve esserci. Non importa se le inquadrature saranno sfocate suoi volti, su un particolare oggetto della stanza, sulle voci dei personaggi, sulla descrizione di quell’amore malato, quell’ossessione assurda di Jack per il corpo di Jamie. Basterà poco, con delicatezza e tatto per rendere quella piccola parte, una delle migliori della stagione.

fonte: starz.com
fonte: starz.com

2. Claire e la sua scelta a Craigh na Dun

Le mani che tremavano sulle pagine. Il cuore salterà in gola a vederli. Claire trova la forza e il coraggio di raccontare a Jamie la verità. Lei è lì per uno scherzo assurdo del destino, per una mano appoggiata senza pensare su una roccia, per una magia che si compie.

Erano sei mesi che cercavo di raggiungere quel posto e adesso che ci ero arrivata, avrei voluto essere lontana mille miglia da lì.

Lui che sembra pronto a rinunciare a lei, a rispedirla nel suo tempo. L’accompagna in questo cammino, tendendola sotto braccio. Lui, che è la sua roccia, il suo vero passaggio. E’ un momento significativo per il loro percorso, la scelta che cambierà le cose, l’esternazione massima di quel sentimento assurdo che li lega dal primo istante. Lui che la spinge verso il suo presente e che poi all’ultimo secondo la tira via, indietro. Non ancora preparato e pronto a lasciarla andare. Lei che si risveglia con la voce di Jamie nelle orecchie e che si sente improvvisamente al sicuro, nonostante quel barlume di Frank percepito mentre stava per sparire nuovamente, viaggiare nuovamente.

Davvero qui non c’è niente per me Jamie?

In quella domanda c’è tutta la disperazione di una donna che ha fatto da tempo la sua scelta, ma che vuole conferme, anche se ha paura della risposta. Lui che trema ma non risponde, lei che lo avverte sul massacro dei clan, che lo mette in guardia. Lui che la lascia, la invita a tornare nel suo tempo, dove ha quello che merita.

Mi alzai e m’incamminai verso la pietra spaccata. Un passo, un altro e un altro ancora. Mi fermai, mi voltai e mi avviai nella direzione opposta.

fonte: starz.com
fonte: starz.com

 

3. Jamie che picchia Claire

Questo sarà un altro passaggio che scatenerà indubbie polemiche, insomma conosciamo bene i pensieri forse troppo perbenisti di chi guarda o non guarda serie TV, ma ho scelto di metterlo come scena immancabile, perché ha un significato assoluto, come le altre scene fino adesso descritte. Prima di andare a raccontare questo momento, dobbiamo pensare e riflettere sull’ambientazione del romanzo, sulle usanze del tempo, sulle punizioni che venivano inflette, sulla giustizia o meno degli atti compiuti. Due epoche diverse a confronto, da una parte anni dove le donne erano relegate a figli e casa e dall’altra le prime emancipazioni, le donne che venivano fuori nella loro personalità, non strettamente legata all’uomo. Diciamo la verità, quando Claire scappa e viene catturata dagli uomini di Jack perfino noi avremmo forse alzato le mani sulla nostra bella protagonista, non credete? Sembra che il pensiero comune abbia attraversato anche la mente di Jamie. Lei sconsiderata ha messo in pericolo la vita di suo marito e dei suoi uomini, quando le era stato detto esplicitamente di rimanere ferma, cosa che a quanto pare Claire non ha percepito molto.

Lui non vorrebbe punirla, nonostante le abbia fatto prudere le mani, nonostante abbia voglia di farlo. Sa che però deve, per orgoglio, per i suoi uomini, per far dimenticare quello che è successo e andare avanti. C’è dell’ironia in questa scena, il loro combattersi e “mordersi” che viene fuori, il loro carattere che esplode. Vederli “faccia a faccia” è quello che ci piace di più, la mattina dopo è senz’altro esilarante….

 

“Non ti permetterò di picchiarmi”

“Sei mia moglie, che ti piaccia o no. Posso romperti un braccio, chiuderti in un armadio, darti da mangiare pane a acqua, figurarsi scaldarti un po’ il sedere”.

“Barbaro, Sadico ! Lo fai per puro piacere. Non te lo perdonerò mai”

“Non so che cosa vuol dire sadico, ma se ti perdono per questo pomeriggio, credo che anche tu mi perdonerai,quando riuscirai a sederti di nuovo”.

fonte: starz.com
fonte: starz.com

 

3. Claire salva l’anima di Jamie all’Abbazia

Questa è la mia preferita, senza dubbio… è la scena che già al solo pensiero mi procura brividi e agitazione. Come ho detto, la mia preferita. Deve esserci, per forza. Jamie è stato salvato da Claire, (è meraviglioso come questi due si salvino ogni volta a  vicenda, fisicamente o mentalmente) che ha rischiato la vita per portarlo lontano dal terribile Jack Randall. Jamie è ferito gravemente, moribondo, in fin di vita. Con il corpo e l’anima martoriati. Lui che non si sarebbe mai ripreso e lei che decide di attuare l’assoluzione dell’anima di suo marito.

Claire imita la voce di Randall, segue le cicatrici ancora fresche con le dita, colpisce Jamie nel suo punto debole. Sapeva cosa doveva fare, doveva estirpare dalla mente e dal corpo di suo marito quei demoni maledetti che lo stavano uccidendo, rischiando molto. La pelle di Jamie che brucia, la sua reazione violenta verso lei, che crede lui. Rivive quei terribili momenti, la prende per il collo più volte:

Svegliati, bastardo scozzese, non ho ancora finito con te.

Gli occhi di Jamie che si perdono, che non riconoscono il volto di colei che amano. Mentre lei continuava con il suo piano, con la sua “confessione” fisica.

Lotta ! Reagisci, sudicio miserabile.

Una lotta che si sviluppa nella stanza, oggetti che cadono, furia nello sguardo, paura e braccia tese che stringono, muscoli che guizzano. Il terrore, l’amore e la violenza che si mescolano. Mentre lei continua, disposta a tutto per salvarlo. Per purificarlo e farlo andare avanti.

Si avvinghiano, cadono per terra, le mani sporche di sangue, mani di quel demone che la tengono ferma e la stringono forte (credendo che fosse il maledetto Jack).

E poi lui che la guarda, la tocca e sussurra “Mamma?”, per poi frantumarsi in mille pezzi di se stesso, addosso al copro caldo e tremante di Claire, mentre entrambi vengono scossi da singhiozzi forti e interminabili.

fonte: starz.com
fonte: starz.com

 

 

4. La mano sul ventre

È sicuramente un momento molto emozionate. Un momento che racchiude solo loro due, come se il resto del mondo fosse tagliato fuori. Lei che lo guarda, dopo aver fatto l’amore, e che dice semplicemente “Ho un regalo per te”, lui che spalanca quegli occhi giovani, che ne hanno passate tante, che hanno visto e vissuto tante battaglie e risponde semplicemente, “Davvero?”. Facendo scivolare la mano sul ventre di lei.

Con questo momento si chiude il libro…. con questo momento deve chiudersi la prima stagione, occhi negli occhi, a condividere la notizia.

fonte: starz.com
fonte: starz.com

Quali sono le vostre parti preferite che non devono mancare nella seconda parte di stagione?
E ricordate… Outlander torna il 4 Aprile!

 

 

Anna Bells